Indice del forum

Roma-Frascati sola andata

Non c'è bisogno di andare in giro per il mondo

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

La questione del signoraggio (1)
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Commenti all'attualità
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
albertbac

Maestro
Maestro


Admin



Registrato: 05/06/11 15:36
Messaggi: 6
albertbac is offline 







italy
MessaggioInviato: 15 Giu 2011 11:38:04    Oggetto:  La questione del signoraggio (1)
Descrizione: Errori e prospettive di lotta. Parte prima.
Rispondi citando

Uno dei temi prediletti del complottismo sulla rete è certamente quello del signoraggio. Ed è un tema di particolare importanza, sul quale non si riesce, però, a dire nulla di definitivo: nulla che inchiodi, cioè, alle proprie responsabilità l’oligarchia internazionale dominante che sta sadicamente angariando le popolazioni del blocco occidentale.
Esiste una pluralità di siti web dedicati al signoraggio e alla sua critica; ne esiste pure qualcuno dedicato alla critica della critica: siti in cui si dimostra (o si cerca di dimostrare) che l’indebita appropriazione dell’eccedenza monetaria detta “da signoraggio”, che pure esiste, non finisce nelle tasche dei consiglieri d’amministrazione delle banche centrali, andando a ingrassare ulteriormente questi soci, tutti privati com'è ovvio (ma non nel caso della Banca d’Inghilterra, a quanto sembra), e che questa eccedenza – sia nel caso della Bce, sia nel caso della Fed – venga invece trasferita al Tesoro. (Nel caso della Bce, vengono trasferite quote di reddito da signoraggio proporzionali alle quote societarie dell’istituto di emissione europeo detenute da ciascun singolo istituto d’emissione centrale dei singoli paesi membri dell’eurozona. Strano a dirsi, il Regno Unito non è integrato nell’eurozona, eppure la Banca d’Inghilterra possiede quasi il 17% delle quote sociali della Bce: e percepisce, in tal modo, circa il 17% del reddito da signoraggio prodotto dalla Bce in capo a un anno.)
Uno dei siti nei quali sfrontatamente si afferma che tutto va bene madama la marchesa si può trovare a
: e tra le pieghe delle svariate polemiche che vi si accendono, grazie al comportamento spesso da saccente, più che da sapiente, del suo tenutario, un certo Hires, si possono cogliere quelle che potremmo definire minuscole fenditure dalle quali fuoriesce il fetore dell’impostura.
Diciamo la verità: già il fatto di avere dedicato un intero sito alla smentita delle teorie signoraggiste suona strano; epperò va anche osservato che la preparazione in tema di economia monetaria di costoro è gravemente lacunosa: intollerabilmente lacunosa, direi. Il problema, a questo riguardo, è che il tentativo di attaccare le fondamenta ideologiche dell’attuale edificio monetario e finanziario è completamente sbagliato proprio nella sua ratio. E questo lascia sospettare che le polemiche innescate dai “cospirazionisti” sul signoraggio – balzane nel metodo e squinternate nella forma – siano fomentate ad arte proprio da quel complesso transnazionale di poteri del blocco occidentale, onde che poi possa dire, il primo Hires che passa da quelle parti, che è tutta fuffa, e che non c’è nessun trucco da scoprire: tutto va bene così com’è.
Chi scrive ha sempre ritenuto che ben pochi siano gli avvenimenti della storia che si sottraggano alla matrice politica. Se l’uomo è animale politico, allora la politica rientrerà in tutte le sue produzioni. Sfido chiunque a sostenere che la moneta e il governo della stessa non siano fatti di natura “politica”. Quest’invenzione propria della civilizzazione tardo-occidentale, la “tecnocrazia”, è quanto di più squisitamente politico rinveniamo nella storia recente. Ora, la moneta, la sua emissione-manipolazione, sono proprietà di comitati tecnici privati raccolti nel chiuso di lussuose stanze. Già qui sorge una prima frizione con i critici del cospirazionismo signoraggista: non è vero, sostengono costoro, che le banche centrali nazionali, e nemmeno la Bce, sono private. La Banca d’Italia, p. es., è considerato un istituto di diritto pubblico in mano a privati. E il legalista di turno trae selvaggio orgasmo dal ripercorrere la sterminata sequenza di norme e commi di norme, ripresi da codici e trattati di svariata provenienza, a dimostrare che è tutto falso e la Banca d’Italia è un istituto in cui gli organi dello stato fanno il bello e il cattivo tempo pur non avendone proprietà, mentre questi poveracci dei privati che ne detengono quote in portafoglio, stanno lì a subire calci nei denti, e se potessero disfarsi di quelle quote, di corsa lo farebbero! Ecco: quello che domando io è: se uno mette un video su youtube non solo per proclamare a vanvera amenità senza capo né coda sulla proprietà della Banca centrale italiana e sulla sua natura giuridica, ma anche per affrontare un complesso di nodi che potremmo definire, con una formula che li raccolga tutti, strangolamento del potere d’acquisto e delle capacità di sostentamento di strati sempre più estesi dei popoli occidentali, e si becca come effetto di queste velleitarie sortite l’ostentata tiritera del codice civile e dei bilanci della Banca d’Italia (ah, i bilanci!), non ha fatto il gioco del nemico? e non si potrebbe sospettarlo di complicità e intelligenza con esso?
Perché sto scrivendo di intelligenza col nemico? Perché questo nemico ha dimostrato, finora, di avere tutto l’interesse a trasbordare l’intera polemica in un campo minato di meri dettagli tecnici, scollegati dalla matrice politica del problema, e si può ragionevolmente presumere che questo nemico, che stupido proprio non è, avrà affidato a qualche furbastro particolarmente dotato di capacità affabulatorie l’incarico di smontare quel castello di carte, “dimostrando” in tal modo che il sistema è sano e corretto, ed è il migliore che si possa escogitare, mentre chi lo critica è un disperato senz’arte né parte, ed è meglio che si dedichi ad altro, giacché si capisce chiaramente che parla di ciò che non sa. Fine della questione.
Un metodo tipicamente farisaico: lo stesso che osserviamo oggi quando un qualunque bingo-bongo dell’Africa equatoriale ci viene a dire di essere cittadino italiano, perché è in possesso di un pezzo di carta sul quale un cazzaro di impiegato comunale ha scritto: bingo-bongo è cittadino italiano. Al primo refolo di vento contrario, caro bingo-bongo, sai cosa dovrai farci con quel pezzo di carta?
Lo stesso accade nella polemica sul signoraggio e sulla natura giuridica dell’istituto di credito centrale: siccome i codici, le righe scritte su fogli protocollati dai poteri esistenti sostengono che la Banca d’Italia non è privata, che il signoraggio non esiste o che esiste ma i proventi se li becca lo stato, caso mai prendetevela con lui – allora le cose stanno così.
In quest’alta marea di polemiche che non solo mancano puntualmente il bersaglio, ma sono prive di un ben chiaro bersaglio da mirare, tutto si confonde in una poltiglia informe e senza identità. Ma per chi ha messo in piedi questo colossale baraccone di illusioni e truffe sono proprio le poltiglie informi e senza identità che possono essere governate a piacimento. Quel che sta accadendo con l’immigrazione è assai eloquente.
Dunque, incastrare le oligarchie transnazionali dominanti è assai difficile se si accetta lo scontro sul terreno che prediligono, e se si gioca con le regole che esse stesse hanno stabilito. Ma allora: come dovranno essere, se non combattute, almeno osteggiate? Con le loro stesse armi. Vedremo nel prossimo articolo qualche suggerimento in questo senso.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Adv



MessaggioInviato: 15 Giu 2011 11:38:04    Oggetto: Adv






Torna in cima
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Commenti all'attualità Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Roma-Frascati sola andata topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008